Percorsi per Cantanti e Voci Artistiche – Voice Building Method

Il VBM tra le varie proposte propone un percorso specifico in tre livelli per cantanti e voci artistiche con l’obiettivo di formarle

  • a una completa padronanza tecnica
  • a un’identità chiara e riconoscibile
  • alla libertà nella comunicazione della propria personale “unicità”

Conclusi i tre livelli di cui il metodo è composto, il cantante avrà

  • compreso come allenare la sua voce senza più problemi di derive tecniche
  • avrà esercitato la sua vocalità attraverso i principali stili della modern music, studiandone la storia e il
    repertorio dalle origini ad oggi
  • avrà sviluppato un personale metodo per la scrittura creativa di brani inediti
  • avrà lavorato infine sulla presenza scenica e impostato un percorso di promozione di se stesso
    attraverso i social media.

PRIMO LIVELLO per cantanti
Formazione di base e allenamento permanente

Tipologia del corso

Corso Base: da ottobre a giugno
– 1 ora di coaching individuale a settimane alterne di Tecnica Vocale e Communication Coaching

Per corsi intensivi stesso programma di quello base con in aggiunta
– 1 ora settimanale di ear training, teoria musicale e strumento complementare a scelta tra chitarra o pianoforte

Descrizione:
Il primo livello VBM è frequentabile da chiunque desideri intraprendere un viaggio alla scoperta della sua voce, della sua unicità e indipendentemente dal fatto che questo percorso abbia motivazioni professionali o di semplice curiosità.
Finalità del primo livello sono infatti

– l’indipendenza tecnica dello strumento vocale 
– la coscienza del rapporto con se stessi come strumento di comunicazione

Essere indipendenti tecnicamente significa conoscere come ottenere in maniera efficacie e senza sforzo, qualunque suono, su ogni frequenza della propria estensione, qualunque vocale o consonante si debba pronunciare e conoscendo tutte le implicazioni conseguenti.
Non devono mai sussistere dubbi sulla meccanica in atto durante una emissione sonora.
Si deve poter conoscere il proprio strumento musicale come un meccanico conosce un auto, cioè essendo in grado di effettuare una diagnostica di problema e conseguente risoluzione della difficoltà, e questo deve poter avvenire completamente da soli. Mentre si lavora su muscoli fonatori e sulla coscienza del proprio corpo come strumento di fonazione si arriva a conoscere se stessi come strumenti di comunicazione. La voce infatti si usa per comunicare se stessi agli altri ed è per questo che accade spesso che chi comincia studiare tecnica vocale può assistere al miracolo del rivelare sé a se stesso!
Il primo livello del Voice Building Method ha anche svariate applicazioni di musico-terapia.
La ricerca della padronanza tecnica è infatti anche ricerca di IDENTITA’ VOCALE, perché MAI una voce deve essere uguale ad un’altra!
Ogni individuo è un prodigio di unicità che dobbiamo chiedere alla voce di rappresentare. La ricerca del “suono giusto” corrisponde infatti nel VBM anche con la ricerca del “suono che mi rappresenta in maniera migliore”. Ricercare QUEL suono fa parte di un percorso personale d’incontro con se stessi.
L’insegnante di tecnica permetterà allo strumento vocale di sperimentare tutti i suoi potenziali comunicativi e tecnici permettendo così alla persona di stabilizzare la sua identità vocale attraverso un procedimento di INCONTRO con se stesso e non di COSTRUZIONE di se stesso.
Il primo livello ha come mission affidare all’allievo obiettivi didattici e mai training obbligatori. Lo scopo è renderlo cosciente delle dinamiche caratteristiche del suo strumento e quindi indipendente nella ricerca della sua unicità espressiva. La sua voce potrà così nel secondo livello, attraverso lo studio delle discipline di applicazione, mai perdere la sua identità e unicità e mai cadere negli stereotipi.
A conclusione del primo livello all’allievo verrà consegnato un personale “allenamento permanente”, una serie cioè di obiettivi didattici precisi corredati da un repertorio di esercizi vocali che gli permetteranno di allenarsi autonomamente, svincolato dall’insegnante di tecnica. Sarà infatti completamente cosciente delle sue derive ed in grado di gestirle da solo.
L’insegnante di tecnica muterà allora il suo ruolo in quello di “VOCAL COACH” e guiderà in questo ruolo l’allievo ai livelli successivi.

SECONDO LIVELLO per cantanti:
Ricerca dell’identità e dello stile

Tipologia del corso

Corso Base: da ottobre a giugno
– 1 coaching individuale di 60 minuti al mese di “TECNICA VOCALE” e communication coaching.
– 1 lezione individuale settimanale (60 minuti a settimana per 9 mesi) di “ARRANGIAMENTO IN CORSA E REPERTORIO”
– 3 masterclass collettive annuali “STORIA DELLA MODERN MUSIC E DEI SUOI CODICI”

Corso Intensivo: stesso programma di quello base con in aggiunta
– 1 lezione settimanale di strumento complementare a scelta tra pianoforte o chitarra (45minuti)

Descrizione:
Il corso è aperto solo agli allievi che abbiano già superato il primo livello. Il corso è indicato per quelli che vogliano addentrarsi nel grande mondo della musica e usare cioè la propria voce come uno strumento musicale a tutti gli effetti.

Finalità del secondo livello sono:

– Ricercare la sincerità comunicativa dello strumento vocale considerata dal VBM l’arma più potente in qualunque categoria comunicazione

– Ricercare e consolidare una identità comunicativa chiara che possa anche generare uno stile. Ogni lezione il cantante lavorerà sulla propria personale unicità nell’ARRANGIAMENTO VOCALE e nell’INTERPRETAZIONE di un brano di repertorio da lui scelto. E’ necessario infatti per il VBM che il cantante per essere maturo sia sempre riconoscibile qualunque sia il repertorio gli venga chiesto di cantare, e MAI sembri imitare qualcuno.

– Approfondire la storia della modern music, del suo repertorio di generi, dei suoi personaggi e delle circostanze storiche che i hanno partoriti come artisti. In questa avventura il cantante potrà considerare di scegliere lo stile e il genere musicale più adatto alla sua unicità umana e vocale e quindi essere pronto al terzo livello cioè alla creazione di un suo progetto specifico

TERZO LIVELLO per cantanti:
Progetto e ricerca dell’identità creativa

Tipologia del corso

Corso Base:
– 2 appuntamento mensili di 1 ora con il coach di riferimento
– 1 lezione settimanale di 45 minuti di ARRANGIAMENTO IN CORSA

– 3 Masterclass collettive
• “Come nasce una canzone” – masterclass di scrittura creativa VBM
• “Stage Craft – esprimere la propria personale unicità su un palco”
• “L’industria musicale ai giorni nostri – introduzione al mondo della produzione discografica e a tutti i suoi ruoli”

Corso intensivo: stesso programma di quello base con in aggiunta 1 pacchetto di 10 lezioni con un professionista complementare al team.

Descrizione:
Il corso è aperto solo agli allievi che abbiano già superato il secondo livello. E’ indicato solo per gli allievi che desiderino cimentarsi in personali progetti musicali per individuare e rafforzare il canale creativo che li contraddistingue.
Contraddistingue il terzo livello la creazione di un “progetto musicale” la cui identità sarà definita dall’allievo stesso in relazione al suo coach di riferimento. Obiettivo del terzo livello è la realizzazione di tale progetto.
Durante questo percorso sarà necessario fare sperimentare all’allievo la relazione con tutti i ruoli specifici implicati nella produzione di un progetto simile al suo mentre gli sarà chiesto di esercitare, insieme al coach, il ruolo di “produttore”.
Durante questa fase è importante che ogni insegnante o coach del team non sia più docente eserciti un ruolo specifico della produzione (esempio arrangiatore, songwriter, fonico, consulente d’immagine, editore ecc)per preparare l’allievo alla dinamica di lavoro di team che una buona produzione musicale prevede e nella quale ogni figura professionale ha il suo compito e la sua competenza specifica.

Conduttrice: Valentina Buttafarro

Studia danza canto e recitazione dall’età di 6 anni. Ha studiato e lavorato come ballerina fino a 24 anni per poi specializzarsi come cantante e attrice presso l’Accademia TEATRO SEMPRE (Mi) Ha nel suo curriculum artistico svariati Musical come Grease, Jesus Christ Superstar, Poveri ma belli e ha lavorato per 8 anni come cantante attrice ballerina per la Compagnia della Rancia e il Teatro Sistina. Specializzatasi nell’ insegnamento della Tecnica vocale ha studiato svariati metodi, dal Voicecraft allo Speech level, passando per la logopedia pura e per il Bevoice Method di Anna Garaffa. Ha un Master in Vocologia Artistica presso l’università di Bologna ed è stata per 8 anni direttrice didattica della Scuola di Musica Mat (Movimento Artistico Ticinese) Lugano (Svizzera). Si occupa di vocal coaching per professionisti e non in Svizzera e in Italia da. E’ ideatrice del “Voice Building Method” (VBM)