Armonia funzionale

Il corso di armonia tenderà a formare nell’allievo la capacità di analizzare, riarmonizzare e costruire brani musicali.
Per fare ciò sarà necessario l’apprendimento dei rudimenti dell’armonia classica dai quali partire per il successivo sviluppo dell’apprendimento dei canoni dell’ armonia moderna.

L’approdo del corso di armonia vorrà essere quello di far acquisire all’allievo non solo la proprietà di analisi e riarmonizzazione di strutture esistenti, ma anche una propria autonomia compositiva, la capacità di utilizzare al meglio le successioni armoniche e le soluzioni melodiche ad esse confacenti.

Argomenti di armonia
Tradizionale

  • Fondamenti di base: la teoria degli armonici e la genesi del sistema tonale.
  • Gli intervalli, consonanze e dissonanze.
  • Armonia diatonica: moto delle parti e scrittura corale.
  • La scala maggiore: struttura e armonizzazione.
  • Triadi in stato fondamentale e rivolti.
  • La condotta delle parti: regole per il collegamento armonico
  • Gruppi armonici e movimenti cadenzali.
  • Il modo minore
  • Le settime: origine, specie, struttura ed impiego
  • L’accordo di settima di dominante: struttura e risoluzioni
  • Gli accordi di settima secondaria
  • Le modulazioni: definizioni e circolo delle quinte
  • Le modulazioni: verso i toni vicini maggiori
  • I punti di volta e loro neutralizzazione
  • Le modulazioni: verso i toni vicini minori
  • Le modulazioni: altri esempi di condotta
  • Le dominanti secondarie ed altri accordi estranei
  • le regioni della tonalità e concetto di “monotonalità”
  • Armonia cromatica ed enarmonica
  • Relazioni con la regione della sottodominante minore e modulazioni al terzo e quarto circolo delle quinte

Argomenti di Armonia
Moderna

  • Principi di armonizzazione: armonia a parti chiuse ed a parti aperte (drop)
  • Principi di armonizzazione: disposizione delle parti e continuità armonica
  • Gli accordi vaganti
  • La composizione melodica: principi e modelli
  • Le note di avvicinamento: loro uso in rapporto ai sei tipi di accordo
  • Armonizzazione di una linea melodica: avvicinamenti cromatici e di scala
  • Armonizzazione di una linea melodica: doppi avvicinamenti e risoluzioni ritardate
  • Trattamento delle addizioni
  • Risoluzione delle tensioni
  • Cenni su piccoli ensemble di archi e fiati

Conduttore: Mauro Bazzini

Insegnante di Armonia Funzionale e Arrangiamento c/o “Prina Music School”, ha compiuto gli studi di chitarra classica e moderna presso il M° Franco Bombino, quindi dal 1988 al 1992 ha frequentato i corsi di Chitarra Moderna, Armonia Funzionale e Arrangiamento presso il CDM di Milano sotto la guida del M° Filippo Daccò, conseguendo i relativi diplomi.
Ha collaborato alla redazione del libro “Studi didattici per chitarra Jazz” di Filippo Daccò e Manuel Consigli (Ed. Curci – 2010), vincitore del Jazzit Award 2010 e definito nelle recensioni come “uno dei migliori testi per chitarra jazz mai pubblicati”.
Nel 2011 fonda, con il M° Mario Belluscio, il gruppo “Mo’ Better Swing” con i quali, nel 2014 registra il CD omonimo
Compositore, autore ed arrangiatore per lo spettacolo Teatrale “Gialli in Fa Diesis” di Fabrizio Canciani, con l’attore Tony Rucco e con la band “La Jazzeria” (che nel corso dello spettacolo esegue le musiche dal vivo), formata dai maestri Francesca De Mori, Mario Belluscio e Marco Castiglioni.

Con il gruppo “La Jazzeria”, nel 2015, vince il premio letterario nazionale “Fabrizio Canciani” – 1^ edizione, per la sezione musica.
Autore di articoli di critica musicale per alcuni blog, tra i quali il prestigioso “Le vie della chitarra jazz” coordinato dal M° Manuel Consigli.